Porto patriziale Ascona

Successivamente, nella seconda metà degli anni Ottanta, intuendo la necessità di una trasformazione nel settore del turismo, coordinato con la volontà di valorizzare un territorio particolarmente amato per l’atmosfera vivace e romantica, che ci regala attraverso le montagne e il lago, i suoi colori e i suoi profumi, il Patriziato di Ascona, con coraggio e lungimiranza, affida al Club Nautico Patriziale il compito di progettare e realizzare un’innovativa infrastruttura e, in seguito, gestirla: il Porto Patriziale.

 

La storia del porto

 

Perfettamente inserito nel delta della Maggia, il Porto Patriziale di Ascona è un complesso dedicato ai più esigenti amanti del lago, in grado di unire stile, comodità e innovazione. La struttura, completamente galleggiante, si trova nella zona Segnale che fino al 1993 ospitava il campeggio Al Segnale attivo e apprezzato fin dagli anni ‘50, il periodo che per il locarnese ha significato rilancio dell’attività turistica dopo la lunga pausa bellica.

Nel corso dell’autunno del 1996 hanno dunque inizio i lavori che si concludono nel mese di luglio dell’anno successivo. Un’opera realizzata in appena dieci mesi, che nel corso degli anni si è ingrandita e modernizzata passando dagli iniziali 274 posti barca agli attuali 294.

 

Inaugurato il 6 settembre del 1997, il Porto Patriziale ha così proiettato Ascona verso il terzo millennio, segnando una svolta decisiva per il turismo regionale.

1997

1977

N  46° 8’ 44.3’’

E  8° 47 ’ 33.5’’

 

 

 

 

 

 

 

 

©2022 Club Nautico Patriziale Ascona  |  Protezione dei dati

webdesign: architecturevisualdesign.ch